.: LA PREGHIERA :.

Nei libri sulla wicca si parla poco della preghiera, probabilmente perchè essa è, per sua natura, un'esperienza molto personale. Inoltre, la maggior parte dei libri sulla wicca è incentrata più sulla descrizione delle motivazioni e dei meccanismi dei rituali che sull'approfondimento dei reali aspetti spirituali della nostra religione. Tuttavia, al di fuori dei Cerchi, degli altari e delle sue insegne cerimoniali, la wicca ha come fine di facilitare il contatto con le divinità. Nella wicca il rituale è la struttura in cui la preghiera e la magia hanno luogo. La preghiera, però non è soltanto un atto rituale: possiamo pregare in ogni momento utilizzando il nostro legame con la Dea e il Dio, mettendoci in contatto con loro per conforto e assistenza.

Per molte religioni il nostro corpo è qualcosa di impuro, queste fedi negano la carne e nella ricerca del Divino rivolgono gli occhi al cielo. Molti wiccan accettano il fatto che la Dea e il Dio siano dentro di noi così come sono al di fuori di noi. Se tutto in natura è collegato attraverso energie impalpabili ma reali, allora anche noi siamo collegati alla Dea e al Dio. Noi acquistiamo familiarità con le scintille divine che sono in noi attraverso i riti, la meditazione, la preghiera. E' in questi momenti in cui espandiamo la nostra consapevolezza oltre il mondo fisico, che l'energia divina che è in noi viene evocata e riempie la nostra coscienza. Quando noi invochiamo la Dea e il Dio, in pratica ci sintonizziamo sulla loro presenza dentro di noi. Appena ciò avviene, diventiamo consapevoli della loro immensa presenza anche al di fuori di noi. Durante la preghiera possiamo chiamarli dalla Luna e dal Sole, e dalle stelle, dagli oceani, dai deserti, dalle caverne, dalla Terra stessa: ma il richiamo deve per prima cosa muovere qualcosa dentro di noi, dove innanzitutto rinnovare la nostra consapevolezza della presenza della Dea e del Dio dentro di noi per poter poi giungere alle Divinità presenti ovunque nell'Universo. 

.: ATTEGGIAMENTI DI PREGHIERA :.

Molte persone, appartenenti a ogni credo religioso, pregano solo nei momenti di grande bisogno, di tensione o di crisi spirituale. Si tratta di un comportamento tipico della natura umana: quando tutto il resto ci crolla attorno, ci appelliamo alle forze spirituali. In ali momenti le preghiere sono senz'altro appropriate e spesso ci danno proprio quello di cui abbiamo bisogno per attraversare questi periodi difficili. Tuttavia non sono le occasioni ideali per entrare in reale contatto col Dio e con la Dea prima di dare inizio alla nostra comunicazione e ciò può bloccare l'efficacia della preghiera. L'atteggiamento di preghiera consiste nell'acquistare pace e la speranza fondate su incontrollabili fondamenta spirituali. Questa trasferirà maggiore forza alla vostra preghiera in quanto vi permette di connettervi direttamente col divino. 

Trovatevi un pò di tempo (basta poco!) per poter pregare se volete tutti  i giorni, raccontate alla Dea e al Dio gli avvenimenti positivi della vostra vita, parlate Loro del sorgere della Luna. Parlate Loro anche dei vostri bisogni, delle vostre speranze e dei vostri desideri. Rendete la preghiera un incontro quotidiano e non aspettate di pregare solo nelle rare occasioni in cui il bisogno schiacciante vi forza a rivolgervi a Loro per aiuto. La preghiera, su base quotidiana costruisce una linea di comunicazione continua. 

.: TIPI DI PREGHIERA :.

Esistono parecchi tipi di preghiera: preghiere di ringraziamento, di celebrazione o dettate dal bisogno.

Non esistono preghiere migliori delle vostre, quelle che vengono dal vostro cuore. In ogni caso, qui ci sono degli esempi, non solo di preghiera, ma anche di invocazione e canti. Buona lettura!