.: IL RITUALE :.

Prima di fare qualsiasi rituale, Ŕ opportuno aprire una parentesi sulla preghiera. La preghiera Ŕ poco discussa, forse perchŔ Ŕ per sua  natura, un'esperienza molto personale. La preghiera non Ŕ solo un atto rituale: possiamo pregare in ogni momento e utilizzare il nostro legame con la Dea e il Dio, metterci in contatto con loro per assistenza e conforto.  La Dea e il Dio non dimorano in qualche parte di noi: sono semplicemente dentro di noi. Sono presenti nella nostra anima, noi acquistiamo familiaritÓ con le scintille divine che sono in noi attraverso riti, la meditazione e la preghiera. La preghiera rappresenta il processo di sintonizzazione e comunicazione con le DivinitÓ; durante la preghiera possiamo chiamarli dalla Luna e dal Sole e dalle stelle, dagli oceani, dai deserti e dalle caverne, dalle tane degli animali, dalla Terra stessa: ma il richiamo deve per prima cosa muovere qualcosa dentro di noi, rinnovare la nostra consapevolezza della presenza della Dea e del Dio dentro di noi, per poter giungere alle DivinitÓ presenti ovunque nell'Universo. Con gli Dei, parlate. Parlate, raccontate i vostri momenti positivi e belli che vi sono successi in giornata, parlate dei vostri animali, delle persone a cui volete bene, raccontate i vostri desideri, ci˛ che vorreste migliorare di voi. Anche questo Ŕ preghiera. Il rituale Ŕ una forma di preghiera pi¨ grande, un'offerta che fate agli Dei. Un rituale che spesso molti vorrebbero conoscere Ŕ il rituale di autoiniziazione. L'iniziazione non Ŕ necessaria per essere Wiccan, ma se volete, potete usarla per "rinascere" come figli della Dea e del Dio; dovete compiere questo rituale solo quando siete sicuri di voler intraprendere il cammino Wiccan, non subito, fatelo quando siete pronti, anche a distanza di anni.