.: PIETRE :.

Per secoli, cristalli e pietre sono stati utilizzati come sostegno a pratiche di meditazione e di guarigione, nonché come mezzi per aumentare la consapevolezza personale e stimolare la crescita dell'individuo.

Da sempre le culture tradizionali hanno considerato pietre e cristalli alla stregua di "vene della Terra", "luce solidificata": alla base di queste affermazioni c'era la consapevolezza, basata sull'esperienza, del fatto che pietre e cristalli agiscono come veri e propri accumulatori e amplificatori dell'Energia Vitale dell'Universo, portatrice di equilibrio, salute e benessere.

Oggi la grande diffusione di quelle che vengono definite "medicine naturali", "medicine alternative", "medicine complementari" o anche "terapie vibrazionali" ha portato a una grande popolarità delle pietre e dei cristalli, che spesso, purtroppo, vengono utilizzati senza la dovuta cautela e senza la competenza che può derivare da un accurato studio delle loro proprietà e delle loro capacità di guarigione del corpo e dello spirito.

Alla base di queste terapie sta la convinzione che nulla nell'Universo possa considerarsi come qualcosa di separato dal resto del Cosmo, ma che tutti gli oggetti e gli esseri viventi siano legati da una origine comune. Accostarsi alla Cristalloterapia e lavorare con i cristalli e le pietre significa dunque ricollegarsi all'Energia della Vita Universale, in un viaggio alla riscoperta di sé, del proprio equilibrio, del proprio benessere fisico e spirituale.

Riguardo i trattamenti di Cristalloterapia, che possono essere eseguiti sia su se stessi che sugli altri, possiamo distinguere tre grandi categorie:

- I trattamenti "generali", la cui finalità è quella di ricaricare energeticamente tutto l'organismo e non di agire su una particolare parte del corpo: solitamente vengono eseguiti come sostegno energetico generale, e non per intervenire su una singola patologia. Sono ottimi coadiuvanti delle terapie della medicina ufficiale, quando queste ultime possono avere effetti debilitanti sull'organismo del paziente (cobaltoterapia e via di seguito).

- I trattamenti "localizzati", vale a dire diretti ad agire su una specifica parte del corpo, che può essere quella in cui si è manifestata la malattia o che può essere collegata energeticamente (un chakra, per esempio) alla parte malata e alla malattia.

- L'assunzione di elisir che, ricavato dai cristalli, ci permettono di godere, sebbene in misura più blanda, degli effetti dei cristalli stessi anche nei momenti nei quali non abbiamo la possibilità e il tempo di sottoporci a un trattamento.